numero

Questo blogMagazine in rete esiste già da qualche anno per sviluppare una critica al concetto attuale di arte contemporanea. Perchè nella nostra cultura, il senso comune ormai prevalente non considera contemporanea tutta l’arte che viene realizzata oggi, bensì solo un particolare gruppo di linguaggi, di modalità e di tendenze: quelle, e non altre. E in questa visione (ormai quasi universalmente imposta) l'arte è definita contemporanea solo in base alla forma, a un gergo condiviso, alla esplicita appartenenza a scelte di gusto, di scuola o di linea, da cui pregiudizialmente si esclude ogni tendenza non omologata o rassegnata alla moda culturale prevalente. E allora? Allora riprendiamoci il contemporaneo!

Perchè questo

blogMagazine?

Gli interventi

numero 18

riContemporaneo.org | opinioni, polemiche, proposte sull’arte contemporanea

L’archivio

Per scrivere

e intervenire

anche tu

CARTOLINE  CONTRO LA  GUERRA… TELEGRAMMI di   Marco Fidolini Antonio Mancini Lamberto CorreggiariF.C.Belushi Luisella Deiana Patetta Gilberto Carpo pag.12 L’ESCALATION DELLA DISUMANITA’   di Edgar Morin pag.11 PACE E GUERRA    di Giovanni Mattio pag.10 UNA SCULTURA CONTRO LA GUERRA  di Nunzio Quarto pag.9 SERVONO ARTISTI LIBERI   di Emilio Isgrò pag.8 ARSENALE    di Sauro Largiuni pag.7 OLTRE IL LIMITE    di Carlo Catiri pag.6 LA GUERRA DEGLI UOMINI   di Giuseppe Donolato  pag.5 DIARIO DI PITTURA TRA PACE E GUERRA  di Ferdinando Greco pag.4 NOI EFFIMERI CERCATORI DI SENSO  di Mario Borgese pag.3 LA PAURA GENERA  MOSTRI   di carlo Rovelli
Iscriviti o disiscriviti dalla Newsletter
Chi e cosa…
Collegamenti a Giorgio Seveso
GALLERIA D’ARTE CONTEMP GALLERIA D’ARTE CONTEMPO 
Gli interventi sono impaginati nell’ordine di arrivo
Torna qui tra qualche giorno per leggere altro…

in rete dal

25 aprile 2022

________________________

aggiornato al 18 maggio 2022
Nell’evocare il titolo dell’immenso capolavoro del grande Tolstoj, questo diciottesimo riContemporaneo.org è dedicato al dramma bellico che è venuto a insanguinare il presente proprio nel cuore dell’Europa, quasi nel suo centro geografico. Ma perché una riflessione sulle circostanze dell’arte contemporanea, per come si svolge ormai da diversi anni su queste pagine online, pone oggi un tema che apparentemente non c’entra? Una domanda cui si risponde con un’altra domanda. E come potrebbe essere altrimenti? La pandemia e la guerra hanno rivoltato da cima a fondo il cielo e la terra; il senso stesso del futuro è sconvolto nel profondo, ogni immaginabile orizzonte è rovinosamente imploso…

di Giorgio Seveso

il tema di questo numero



GUERRA O PACE

| © blogMagazine pensato, realizzato e pubblicato in rete da Giorgio Seveso  dal 2011   |    Codice ISSN 2239-0235 |
Torna tra qualche giornoper leggere altro… Chi e cosa… Per scriveree intervenire anche tu…
Nell’evocare il titolo dell’immenso capolavoro del grande Lev Tolstoj, questo diciottesimo riContemporaneo.org di oggi è dedicato al dramma bellico che è venuto a insanguinare il presente proprio nel cuore dell’Europa, quasi nel suo centro geografico. Ma perché una riflessione sulle circostanze dell’arte contemporanea, per come si svolge ormai da diversi anni su queste pagine online, pone oggi un tema che apparentemente non c’entra? Una domanda cui si risponde con un’altra domanda. E come potrebbe essere altrimenti? La pandemia e la guerra hanno rivoltato da cima a fondo il cielo e la terra; il senso stesso del futuro è sconvolto nel profondo, ogni immaginabile orizzonte è rovinosamente imploso… Continua a leggere

di Giorgio Seveso

il tema

GUERRA O PACE

polemiche e proposte sull’arte contemporanea

 Questo blogMagazine in rete esiste già da qualche anno per sviluppare una critica al concetto attuale di arte contemporanea. Perchè nella nostra cultura, il senso comune ormai prevalente non considera contemporanea tutta l’arte che viene realizzata oggi, bensì solo un particolare gruppo di linguaggi, di modalità e di tendenze, quelle, e non altre. E in questa visione (ormai quasi universalmente imposta) l'arte è definita contemporanea solo in base alla forma, a un gergo condiviso, alla esplicita appartenenza a scelte di gusto, di scuola o di linea, da cui pregiudizialmente si esclude ogni tendenza non omologata o rassegnata alla moda culturale prevalente. E allora? Allora riprendiamoci il contemporaneo….         Perchè questoblogMagazine? 

numero 18

in rete dal

25 aprile 2022

________________________

aggiornato al 18 maggio 2022
Per una navigazione ottimale e completa accedi da un computer…