numero

| © blogMagazine pensato, realizzato e pubblicato in rete da Giorgio Seveso  dal 2011   |    Codice ISSN 2239-0235 |

riContemporaneo.org | opinioni, polemiche, proposte sull’arte contemporanea

34

GIUSEPPE

MODICA

«Anticoronavirus», 2020, olio su tela,100x150

Un mare di luce oltre il cortile è l’antivirus di Giuseppe Modica «Giuseppe Modica è nato a Mazara del Vallo. E si è portato dietro la luce della Sicilia quando, passato da Firenze, nel 1987 è arrivato a Roma, città che da anni immortala in vedute cittadine senza persone, come quelle di questi giorni. Il pittore partecipa a “Paesaggi d’autore” con Anticoronavirus, un olio su tela (cm.100x150). ” E’ un quadro che ho iniziato prima - spiega l’artista - ma che ho risolto in questi tempi di quarantena. Ho inseguito le particelle di luce attraversando la zona buia per giungere in quella assolata per ritrovare, oltre il buio della stanza, una finestra sul mare”. Con lo studio in via dei Santi Quattro, Modica ha guardato però dalla finestra di casa, a piazza Vittorio. E oltre il cortile condominiale, dentro il muro scrostato, immerso in una pittura lenticolare, ha ritrovato la metafora di un giorno nuovo. Una nuova alba». Carlo Alberto Bucci da «La Repubblica» Roma 27/3/2020

«Anticoronavirus», 2020 ,olio su tela, 120x180

«Mediterraneo melanconia», 2020, disegno grafite su carta, 20x29

(L’opera partecipa all’iniziativa dell’Accademia di San Luca)

polemiche e proposte sull’arte contemporanea

34

GIUSEPPE

MODICA

NAVIGA TRA LE PAGINE

Quest’opera partecipa

all’iniziativa

dell’Accademia

di San Luca